Search

Intervista a Ernesto Di Majo – Temporary Manager Franchising

Intervista a Ernesto Di Majo – Temporary Manager Franchising
Area Franchisor Area Partners Interviste News Franchising

Per la Rubrica “La Passione per il buon Franchising” oggi con noi ci sarà, non solo un amico, una persona cara, ma la persona con il quale ho condiviso l’ingresso nel mondo del franchising, ho il piacere di intervistare Ernesto Di Majo, consulente sul Franchising fino a pochi mesi, oggi un Temporary Manager a supporto del Franchising. Ti ringrazio Ernesto di aver accettato questo incontro, so benissimo che ci tieni quanto me alla condivisione delle esperienze, e che dai importanza al valore e ai benefici che possiamo dare, attraverso questi incontri, a chi vuole entrare nel franchising, perché no, dalla porta principale.

http://www.impresafranchising.it/wp-content/uploads/spunta.pngCaro Pasquale ho accettato con piacere di condividere con te, ma principalmente con i tuoi followers l’invito che mi hai offerto…

Sai bene che per me il Franchising è prima una passione e poi una professione, motivo per cui dedico molto tempo per contribuire a dar valore a questo sistema imprenditoriale…

Del resto il mio claim è diventato: Il Franchising è una cosa seria…

Allora per meglio comprendere qual è il tuo supporto al franchising, ci spieghi in poche parole di cosa si occupa il Temporary Manager nel Franchising?

http://www.impresafranchising.it/wp-content/uploads/spunta.pngChe dirti, io sono il primo Temporary Manager specializzato nel Franchising e sono sicuro che ben presto ne nasceranno molti altri… Vedi il “sistema franchising” aveva bisogno di una scossa ed io, nel mio piccolo, ho cercato di darla.. I franchisor, i futuri franchisor ed i futuri franchisee sono stanchi della figura del classico consulente… Oggi tutti cercano una guida, una risorsa in grado di traghettarli sull’altro lato del fiume, cercano qualcuni che lavori dall’interno con loro e non per loro…E chi meglio di un manager esperto potrebbe rispondere a questa esigenza? Un Temporary Manager! Una figura che entrerà nell’organigramma del suo cliente unicamente per il tempo necessario a completare il suo mandato… Certezza dei costi senza nessuna sorpresa…

Quindi, sostenendo i franchisor che realmente vogliono fare la differenza sul mercato, inevitabilmente stai dando man forte anche ai futuri affiliati di questi franchisor, in quanto un brand con una solida organizzazione manageriale potrà a sua volta offrire valore aggiunto al proprio affiliato. Questo tra l’altro, è un concetto su cui lavoriamo insieme da diversi anni. In pratica, la figura del “classico” consulente non basta più, si parla di Training, attraverso il lavoro e l’esperienza diretta dall’interno delle aziende stesse. Quanto allora, risulta strategica la scelta per un brand in franchising, di affidarsi al supporto di un Temporary Manager?

http://www.impresafranchising.it/wp-content/uploads/spunta.pngE’ fondamentale… Sulla mia pagina Facebook ho lanciato una rubrica: Dark side of Franchising (il lato oscuro del Franchising) nella quale ogni venerdì affronto una tematica che se non viene affrontata in maniera corretta rischia di generare errori a catena…

Guardando il franchising con gli occhi del potenziale imprenditore o futuro imprenditore, quale sarebbe l’approccio migliore alla scelta di un’opportunità in franchising?

http://www.impresafranchising.it/wp-content/uploads/spunta.pngIo ho diviso il mondo del Franchising in tre grandi blocchi: le big company, gli emergenti ed i “pacchi”… Si caro Pasquale, i “pacchi”! Purtroppo un terzo dei franchisor sono dei veri e propri “pacchi”… Volendo tralasciare le big company, a volte inarrivabili per investimenti o per aree sature, la scelta deve ricadere sugli emergenti…e poco conta se hanno uno o più affiliati, è il progetto che fa la differenza… A questo punto ti starai chiedendo ma come può fare un futuro franchisee a distinguere un “pacco” da un emergente..?? Darti una risposta in poche parole è davvero difficile, ma un piccolo input voglio fornirtelo: il futuro franchisee dovrebbe porre UNA domanda, fra le tante, al franchisor: Perché ha deciso di creare questo franchising..?? Dietro questa domanda apparentemente semplice si nasconde la verità.

Hai scritto da poco un libro a quattro mani con Umberto Gonnella, di 101 Caffè, con il titolo “101 Storie di successo”, e come dicevo nell’intervista ad Umberto, ho letto davvero con molto piacere, quasi tutto d’un fiato, passando da un’ottima riflessione ad un’altra. La nostra Rubrica sposa il concetto chiave del libro, ovvero quello della Condivisione delle esperienze, detto ciò ed in definitiva, qual è il consiglio più importante per creare la propria “storia di successo” nell’impresa?

http://www.impresafranchising.it/wp-content/uploads/spunta.pngCaro Pasquale il vero segreto secondo me resta la Passione, quella vera. Quella che tocca i sogni, il rispetto dei clienti finali, degli affiliati e di tutti i collaboratori che forniscono il proprio contributo alla realizzazione di qualcosa che sarà più grande di loro e del loro fondatore. Il franchising è una cosa seria, e deve essere affrontata con lo stesso piglio con il quale uno scalatore decide di conquistare una vetta…e manca a farlo apposta nel libro Umberto crea un parallelismo proprio fra queste due attività.

Le risposte che ci hai dato sono molto interessanti, e sono certo che i nostri lettori, sia potenziali franchesee sia gli stessi franchisor, hanno ricevuto utili spunti di riflessione. Quindi nel ringraziarti per questo incontro, il mio augurio è quello di ritrovarci presto a parlare di buon franchising Ernesto, con le novità sul franchising e qualche tuo particolare approfondimento.

http://www.impresafranchising.it/wp-content/uploads/spunta.pngGrazie per l’opportunità che mi hai fornito ed in bocca al lupo per tutte le tue geniali intuizioni… Sei sempre un passo avanti agli altri!

Pasquale Olandese

Inserito da Pasquale Olandese

Dal 2007 inizia il nuovo percorso nell’ambito della Comunicazione e Marketing con l’apertura dell’Agenzia Visual Art Design (VAD Agency), la quale in contemporanea entrava a far parte come agenzia affiliata, di un noto brand in franchising che si occupava di Mobile Marketing, e solo dopo 12 mesi, ricopriva il ruolo di Direzione Vendite Italia e Coordinatore Area Manager sullo Sviluppo del Brand a livello Nazionale. Da li in poi, grazie a numerosi corsi di formazione nella comunicazione e nel marketing, e, agli oltre 200 clienti seguiti personalmente nelle proprie aziende, acquisisce l’esperienza giusta per offrire il proprio supporto come Marketing Trainer ad importanti aziende non solo in Franchising. E grazie a questa esperienza diretta all'interno del Franchising, che gli ha permesso di toccare con mano tutti gli step del franchising stesso, e vivendo in prima persona le difficoltà che, un potenziale futuro imprenditore nel franchising ha quando deve valutare un'opportunità, solo allora, decide di creare il primo portale a parlare di Orientamento al Franchising, e di dare "man forte" al buon franchising.